Lunedì, la società canadese di software grafico Snappa ha rivelato di detenere bitcoin come attività di riserva. Snappa segue le ditte Microstrategy e la catena di ristoranti canadesi Tahini’s decidendo di convertire le riserve di liquidità nell’esiguo asset crittografico.

La società di software grafico Snappa con sede

La società di software grafico Snappa con sede a Ottawa si è unita alla tendenza delle società che convertono le riserve di liquidità in bitcoin (BTC). La società ha rivelato la sua decisione lunedì 24 agosto, quando il cofondatore dell’azienda, Christopher Gimmer, ha scritto un post sul blog in merito al trasferimento.

Inoltre, Gimmer ha anche parlato con il giornalista, Zack Voell, in una chat privata e ha dettagliato che Snappa ha allocato „il 40% delle nostre riserve di cassa“ nell’asset crittografico. Nel post del blog intitolato „Why We’re Holding Bitcoin as a Reserve Asset“, Gimmer spiega perché l’azienda ha preso la sua decisione.

„Preferireste risparmiare denaro in una valuta la cui offerta si gonfia ogni anno? O preferireste risparmiare in una valuta la cui fornitura terminale è programmata?“. Lo ha chiesto Gimmer nelle dichiarazioni di apertura dell’annuncio.

L’azienda si è resa conto che si trattava di una considerazione importante quando la banca dell’azienda ha „tagliato il tasso d’interesse sul nostro conto di risparmio „ad alto interesse“ allo 0,45% all’inizio di quest’anno“.

Gimmer ha dichiarato inoltre:

Questo significa che il potere d’acquisto dei nostri dollari canadesi e statunitensi sta effettivamente diminuendo dopo l’adeguamento all’inflazione. Fortunatamente, credo che ora abbiamo a disposizione una tecnologia di risparmio di gran lunga superiore. Questa tecnologia è la Bitcoin.

Il cofondatore di Snappa sottolinea una serie di ragioni per cui l’azienda ha deciso di destinare il bitcoin alle riserve della società. Gran parte del ragionamento era dovuto all’incertezza economica globale, alla svalutazione del fiat e alla scarsità digitale della Bitcoin.

Gimmer ha anche menzionato la controversa teoria

Gimmer ha anche menzionato la controversa teoria dello stock-to-flow (S2F) nell’annuncio e ritiene che, poiché il Bitcoin è trasparente, „possiamo effettivamente misurare l’S2F del Bitcoin con il 100% di certezza in qualsiasi momento del passato e in qualsiasi momento del futuro“.

Gimmer ha detto che „molte persone“ credono che l’allentamento quantitativo (QE) e la manipolazione del debito da parte del governo porterà ad „un’inflazione dei prezzi delle attività e un crescente divario di ricchezza“. Il cofondatore di Snappa pensa che questa tendenza alla creazione di moneta e alla svalutazione delle monete fiat continuerà.

Nel post del blog di Gimmer si parla anche dell’acquisto da parte della società miliardaria Microstrategy di 21.454 BTC per 250 milioni di dollari. Microstrategy ha anche detto, quando ha spostato le riserve, che la detenzione di bitcoin (BTC) era di gran lunga superiore alla detenzione di dollari.

„Dopo aver investito io stesso nella ricerca, credo che quantità massicce di allentamento quantitativo, combinate con stimoli fiscali, continueranno a portare a uno svilimento della valuta“, ha concluso Gimmer. „Inoltre, mi aspetto che i governi continuino a fare lo stesso nel tentativo di combattere le naturali pressioni deflazionistiche della tecnologia“.

Il cofondatore di Snappa ha aggiunto:

Per coprire questo rischio, abbiamo scelto di adottare la Bitcoin come attività di riserva primaria nel nostro bilancio.